appunti su Lisbon Story

abbraccio, appunti, aria, cambiamenti, lisbon story, mente, passato, pensieri, sentire, viaggio, vita

Teresa la Cantante: È preoccupato per Frederico?

Teresa la Cantante: Tornerà,è solo un pò..

Philip Winter: e già, un po’..

Teresa la cantante: già!

Teresa la cantante: Ce l’ha una chiave della casa?

Philip Winter: No, tanto la porta è sempre aperta

Teresa la cantante: una è meglio averla. Ecco, prenda la mia!

Philip Winter: è anche quella del suo cuore?

musicista Madredeus: lei ora ne è il custode

Philip Winter: cos’è la chiave senza un bacio?!

“Il suono dell’assenza di Frederic!”

Philip Winter: grazie per la tua cartolina.

Teresa la cantante: l’hai ricevuta?!

Philip Winter: Mi sei mancata.Che mi dici del brasile?

Teresa la cantante: fantastico.

Philip Winter: raccontami tutto!

Teresa la cantante: volentieri ma non ora.

Philip Winter: quando ?

Teresa la cantante: più tardi…come va la tua gamba?

Philip Winter: ooo uff e…. le tue come vanno e come,come vanno le tue labbra ,come va il tuo collo,come vanno i tuoi occhi,come va la tua voce?!… sei talmente bella….

Teresa la cantante: torneranno tutti tra un paio di giorni

Philip Winter: e come faccio a ritrovarti?

Teresa la cantante: lascia la porta aperta!

Philip Winter: dormirò sulle scale!

(c’è tutto il mondo che ti viene in aiuto quando non riesci ad acchiappare un pensiero tra tutti quelli che ti svolazzano attorno.e allora adesso sono frasi,piccoli imput,viaggi brevi.Va benissimo così.non so trovare conforto che nella nuova aria da respirare.nulla,nulla che parli di passato,nemmeno un attimo.l’aria attorno,sarà anche bizzarro e poco romantico,ma dell’aria attorno è l’unico abbraccio che sono in grado di sentire davvero adesso.respiro la vita..perchè domani finisce in fretta ma oggi è ancora qui.)